Articolo

Che fine fanno i nostri soldi?

Che fine fanno i nostri soldi? O meglio: i soldi che lo Stato incassa attraverso le tasse, in cosa vengono investiti?

finanziamenti_soldi

Questo quesito millenario forse è arrivato alla sua soluzione, visto che il governo ha inaugurato “soldi pubblici” (http://soldipubblici.gov.it/it/home), un sito sul quale è possibile visualizzare tutti i pagamenti ed i costi di ogni regione, provincia e comune d’Italia. I dati riportati dal portale riguardano le spese delle pubbliche amministrazioni aggiornati al mese precedente e sono raccolti dalla Banca d’Italia in collaborazione con la Ragioneria Generale dello Stato.

Per ogni ente si possono approfondire le informazioni, analizzare i dati e visualizzare in un grafico gli andamenti economici mese per mese. Bisogna riconoscere che in questo clima di sfiducia nei confronti delle istituzioni un pizzico di trasparenza non guasta mai, ed è forse questo che ha pensato Matteo Renzi quando ha presentato l’iniziativa qualche settimana fa, definendola un “tassello utile alla spending review”. In effetti è interessante vedere come un piccolo comune della Marsica possa spendere in un mese oltre 28,000 euro in “assistenza informatica e manutenzione software”, o come il comune di Pompei abbia investito solo 60,000 euro in “beni di valore storico, culturale archeologico ed artistico”.

Il sito è ancora agli esordi, quindi tante delle sue potenzialità sono ancora da sviluppare, ma già da marzo sarà possibile scaricare i file dei dati riportati. Se a qualcuno non è ben chiaro a cosa serva effettivamente o come possa essere utile in qualche modo ad uscire dalla crisi, potremmo rispondere: serve a sapere “che fine fanno i nostri soldi”.

blog comments powered by Disqus