Articolo

Quasi un anno fa

imageQuasi un anno fa, milioni di utenti internet erano in rivolta per la chiusura da parte dell’FBI del sito Megaupload, piattaforma virtuale che metteva a disposizione in maniera gratuita migliaia di film, canzoni, videogiochi.  L’indignazione che aveva invaso la rete era degenerata in atti di vero vandalismo virtuale: gli hacker di tutto il mondo si vendicavano quotidianamente infettando i siti dei vari enti governativi. Questo gesto venne considerato come una vera e propria violazione della democraticità di internet. Tutti quei contenuti meravigliosamente gratuiti e disponibili, improvvisamente non c’erano più. Le lacrime si sono asciugate presto, giusto il tempo di un click del mouse. Ecco che il passaparola ha fatto conoscere un sito pressoché ignoto alla stragrande maggioranza degli abitanti del mondo, Russia esclusa. Già, perchè proprio qui è stato creato quello che molti hanno accolto come il sostituto naturale di Megaupload e che è sempre stato più popolare di Facebook.

V Kontacte è un social network nato nel lontano 2006 a San Pietroburgo, che conta ben 160 milioni di iscritti. Inizialmente era solo un clone della creatura di Zuckerberg, la grafica era simile e lo scopo era essenzialmente lo stesso, ovvero curiosare sulle persone e tenersi in contatto. V Kontacte, appunto. Ma il suo punto di forza rispetto al cugino di Palo Alto è sicuramente il sistema di filesharing senza limiti. Su questo social network, difatti, è possibile visualizzare, ascoltare e scaricare una quantità infinita di video, non solo in lingua russa. Una vera e propria baia dove i pirati della rete mettono a disposizione degli utenti i loro bottini.  In barba all’FBI, chiaro. E così in tanti si iscrivono a questo “nuovo” social network, e mentre guardano l’ultimo film di 007, colgono anche l’occasione per guardarsi le foto delle vacanze di una qualche Natasha sul Mar Nero.

blog comments powered by Disqus