Articolo

Pasta polemiche!

guido-barillaL’aveva fatta grossa il signor Barilla. Durante un’intervista aveva pronunciato una frase con le parole “famiglia” e “gay” ed una negazione in mezzo. Ed aveva aggiunto che la sua azienda non avrebbe mai fatto uso di testimonial omosessuali per pubblicizzare i loro prodotti.

(si veda: http://www.youtube.com/watch?v=FKBGVFxI3mo)

 Ѐ il caso di dire che qualcuno non l’ha digerita.

Come facilmente intuibile, il popolo della rete si è schierato con la comunità LGTB ed ha deciso di boicottare la prima pasta italiana nel mondo. A macchia d’olio, migliaia di utenti sui social network hanno diffuso l’invito a non acquistare più prodotti dello storico marchio, come già successo con la vodka russa.

Il video di scuse di Guido Barilla(http://www.youtube.com/watch?v=XPkISOUlVz4), nel quale dichiara di “avere ancora molto da imparare sull’evoluzione della famiglia”, viene accolto con discreta freddezza. Interessi economici più che seri ripensamenti ideologici sono stati il motivo per cui l’azienda ha provveduto alla rettifica. I toni vengono stemperati da Fiorello che, come gesto simbolico per suggellare la pace, mangia insieme al deputato Paola Concia un piatto di fusilli Barilla.

Questo episodio è interessante per capire come anche un popolo come quello italiano, affezionato alle sue abitudini culinarie e soprattutto ad i marchi storici, possa fare un passo indietro e rinunciare alle sue abitudini per rispettare un’idea. Se la famiglia tradizionale è cambiata, lo sono, per fortuna, anche gli italiani.

pasta polemiche

blog comments powered by Disqus