Articolo

Hogarth, Reynolds, Turner – Pittura inglese verso la modernità

 

La fondazione Roma Museo nella sede di Palazzo Sciarra ospiterà, dal 15 aprile al 20 luglio, la mostra “Hogarth, Reynolds, Turner – Pittura inglese verso la modernità“. Promossa dalla Fondazione Roma,  in collaborazione con la Sovrintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, la mostra è curata Carolina Brook e Valter Curzi.

Samuel Scott Veduta di Westminster con il ponte in costruzione, post 1742 olio su tela, 77 x 147 cm © Bank of England 03

Samuel Scott
Veduta di Westminster con il ponte in
costruzione, post 1742
olio su tela, 77 x 147 cm
© Bank of England

Oltre 100 opere, provenienti dai più prestigiosi musei del mondo, offrono una ricognizione dello sviluppo artistico, sociale, economico e politico dell’Inghilterra del ‘700. Protagonista della rivoluzione industriale e dominante nel controllo delle rotte commerciali marine, l’Inghilterra del XVIII secolo avvertì la necessità di sviluppare una propria scuola artistica. L’alternativa al linguaggio classicista, sentito ancora come imprescindibile punto di partenza, portò alla determinazione di una propria identità figurativa e tematica.

Julius Caesar Ibbetson L’ascesa della mongolfiera Lunardi da St. George’s Fields il 29 giugno 1785, 1788-1790 olio su tela, 50 x 60,6 cm © Museum of London

Attraverso sette sezioni l’esposizione presenta un quadro dei temi e dei soggetti centrali dell’impero britannico settecentesco. Dalle attente testimonianze di una Londra laboriosa e cosmopolita di Canaletto e Sandby agli eterogenei ritratti del ceto borghese in ascesa di Zoffany, Reynolds e Wright of Derby, dalla pittura di genere teatrale indagata nella composizione da Hogarth e nelle suggestioni oniriche da Füssli all’innovativo impiego della tecnica dell’acquerello per i primi paesaggi “on the spot”.

William Hogarth Ritratto di gruppo con Lord John Hervey, circa 1738-1740 olio su tela, 101,6 x 127 cm © National Trust Images/John Hammond

William Hogarth
Ritratto di gruppo con Lord John
Hervey, circa 1738-1740
olio su tela, 101,6 x 127 cm
© National Trust Images/John
Hammond

Chiude il percorso espositivo la sala dedicata al binomio Constable e Turner, il primo impegnato in una restituzione oggettiva della natura, il secondo teso ad esplorarne il dato emozionale. Rappresentativi degli esiti della ricerca pittorica del ‘700, i paesaggi esposti testimoniano la capacità degli artisti inglesi più maturi di osservare e interpretare la modernità, portando l’Europa nel secolo successivo a guardare all’Inghilterra per la prima volta come ad un modello.

Francis Towne Veduta del Tevere, 1780 penna e acquarello su carta, 20,8 x 54,3 cm © Trustees of the British Museum

Francis Towne
Veduta del Tevere, 1780
penna e acquarello su carta, 20,8 x
54,3 cm
© Trustees of the British Museum

Sito internet: http://www.pitturaingleseroma.it/

Per info su orari e bigliettihttp://www.pitturaingleseroma.it/pagine/info-biglietti-000

blog comments powered by Disqus