Articolo

Vivere con meno di 500 euro al mese

In tempi come questi, in cui ci si ritrova spesso a fare i conti con gli stipendi magri e le spese abbondanti, sorge quasi spontaneo chiedersi: come si fa a vivere con meno di 500 euro al mese? Visto che esistono persone che ci riescono, alcune per necessità, altre perché ne hanno voglia, cerchiamo di capire un po’meglio come tutto ciò sia possibile

Cercando su internet si trovano centinaia di siti o blog di persone che possono vantare delle spese ridotte all’osso e che, estratto conto alla mano, dimostrano come sia possibile vivere dignitosamente spendendo veramente cifre irrisorie. Pane fatto in casa, verdura del proprio orto, bicicletta e niente spese superflue quali cinema, ristoranti, sigarette o shopping: questo è un po’ il ritornello che ripetono tutti, e in fin dei conti non sembra niente di originale. Del resto si tratta di una ricetta semplice e geniale, autoprodursi tutto e limitarsi un po’, che mai sarà?
Purtroppo , però, chi come me vive in una grande città può avere qualche difficoltà a gestire un orto o un frutteto, idem a percorrere lunghe distanze in bicicletta. Senza parlare dei divertimenti e degli svaghi, che per fare un po’ di vita sociale richiedono comunque qualche minima spesa.

Ma visto che necessità fa virtù, proviamo ad immaginare questo cittadino abituato alla metropoli che pur di risparmiare decide di cambiare vita: si trasferisce in un sobborgo periferico dove può coltivare il suo orticello. La mattina si alza prestissimo e per andare a lavoro, dato che non può usare la macchina, prende un treno carico di altri pendolari. A lavoro non si concederà un caffè con i colleghi o un pranzo fuori, figuriamoci una sigaretta. Tornerà la sera, giusto in tempo per innaffiare le zucchine, controllare le api nelle arnie e fare un giro in bicicletta per rilassarsi. I pannelli solari che ha sul tetto gli concederanno una bella doccia calda, mentre si insapona con il sapone che ha preparato lui stesso. Una cena a casa e poi qualche divertimento economico come un libro, una passeggiata sotto le stelle o una partita a scacchi; niente televisione o cinema.
Ecco, è questa la ricetta di una vita fugale ma dignitosa. E ora la domanda: ma le persone sono davvero disposte a vivere così? A fare questi sacrifici? A vedere il conto in banca che sale – o che si mantiene stabile– senza però toccare un centesimo?

500 euro al mese

In verità non c’è nessun trucchetto dietro, anzi, ce lo hanno insegnato quelli che sono sopravvissuti al dopoguerra e che avevano molte meno risorse di quante ne abbiamo noi. Il problema è che per molti questo stile di vita non è una vita. Non siamo più disposti a fare simili sacrifici solo per accumulare soldi, preferiamo lamentarci che siamo poveri ma andare al cinema o al ristorante, comprarci un vestito nuovo ed andare a lavoro in auto. Quindi quando leggete quelle pubblicità che gridano “scopri come risparmiare sulla tua bolletta” o “sono riuscito a spendere solo 400 euro questo mese, vuoi farlo anche tu?”, si tratta sempre dello stesso sistema, che è tutt’altro che ingegnoso: per vivere con meno di 500 euro al mese, bisogna solo risparmiare.

blog comments powered by Disqus