Articolo

iPhone 5S e l’architettura a x64 bit‏

calabrettaCome oramai tutti sanno, il 10 settembre è stato presentato a Cupertino il nuovo iPhone 5S che tra tutte le altre novità (fotocamera, touch ID, ecc ecc) risulta avere a bordo il nuovo processore A7 con architettura a 64 bit. Ebbene secondo Qualcomm l’architettura a 64 bit è solo una trovata pubblicitaria che non si traduce in un effettivo aumento delle performance del dispositivo.

Io non mi sento di essere così radicale e in questo caso, come spesso accade, secondo me la verità sta nel mezzo.  È vero che i vantaggi tangibili dell’architettura a 64 bit si hanno in presenza di un quantitativo di memoria RAM maggiore di 3,2 gb ma è anche vero che la CPU è stata completamente ridisegnata e ottimizzata e con essa presto lo saranno le applicazioni; solo in quel momento, a mio giudizio, si vedrà la nuova CPU A7 (e successive) tirare fuori i muscoli. Ricordo che il nuovo iPhone 5S (così come l’Iphone 5) è equipaggiato con solo 1 Gb di RAM.

Voi cosa ne pensate ? Vi farete ammaliare dai 64 bit della CPU in dote all’iPhone 5S oppure trovate le caratteristiche quali Touch ID o apertura diaframma F2.0 della fotocamera, più importanti rispetto alla sola architettura della CPU?

blog comments powered by Disqus