Articolo

Caso Jovanotti: come manipolare una notizia

Jovanotti e il lavoro gratis, l’obiettivo è far polemica. Nessuna veridicità nella notizia diventata virale: il cantautore non ha mai invitato i giovani a farsi sfruttare gratuitamente

JovanottiSono diversi giorni che sui social network continua a rimbalzare la notizia che il cantante Jovanotti, durante una conferenza all’Università di Firenze, abbia difeso il lavoro gratis nella cultura, se serve a fare esperienza. Ho letto centinaia di commenti negativi, pubblicazioni di blog e video amatoriali in cui le persone comuni manifestavano il proprio sdegno nei confronti di questo “cantautore mediocre milionario che si permette di difendere un fenomeno vergognoso come il lavoro non retribuito”. Persino i più importanti quotidiani nazionali parlano di frasi indifendibili del cantautore, seguite da mugugni in aula, la polemica che ne segue è quindi spontanea. Devo ammettere che io stessa, leggendo un titolo come “Jovanotti ai giovani: lavorate gratis, è esperienza”, abbia provato un certo istintivo fastidio. Poi ho guardato il video della conferenza incriminata e, strano ma vero, lui non dice affatto quelle parole. Durante un’ora e mezza parla di tutto, di politica, di futuro, di giovani e di lavoro. Racconta la sua esperienza di quando da bambino faceva il cameriere volontario alle sagre di paese e si divertiva un mondo perché acquisiva tanta esperienza. E gli studenti in aula non mugugnano, anzi ridono quando descrive la sagra della ranocchia. Ecco quello che ha detto, non ha invitato nessuno a farsi sfruttare gratuitamente, non ha preso in giro nessun giovane che fatica a trovare un impiego retribuito.

Ma, ahimè, la macchina della strumentalizzazione funziona fin troppo bene ed i social network sono la sua autostrada. Una notizia viene manipolata, “cucinata” per creare polemica, fatta circolare tra la gente che non vede l’ora di potersi arrabbiare finalmente con qualcuno. Un cantante ricchissimo, senza particolari doti vocali e con l’aria di chi la sa lunga e la vuole spiegare alla povera gente è il bersaglio ideale. Purtroppo in tanti cadono vittime di questi fenomeni virali, si lasciano coinvolgere senza neanche porsi qualche legittima domanda, qualche dubbio sulla veridicità della notizia.

È quello che molto spesso viene fatto per influenzare l’opinione pubblica sulle scelte politiche, solo che in quel caso le conseguenze sono molto più gravi.

blog comments powered by Disqus