Articolo

Non ho bisogno di te

“Perché vuoi lei?”
“Perché lei non ha bisogno di me.”

Illustrazione di Elisa Moi

Illustrazione di Elisa Moi

Queste le crude parole che Jude Law rivolge ad una lacrimante Natalie Portman sul punto di essere lasciata per Julia Roberts, in ‘Closer’.
Si dimostra spesso vero che quando una relazione va male ci lamentiamo perché va male, ma quando invece va bene e la persona ci da tutto allora ci lamentiamo perché va troppo bene.
Un po’ come Carrie di Sex and the City che si lamenta continuamente di Mr Big che non le dà l’impegno che vuole, ma poi quando si fidanza con il successivo di turno si lagna di nuovo
perché stavolta quello le dà tutto e lei non ha più “il senso della caccia”.
Ora, sulle lamentele di Carrie non ci piove, ma forse quello che dice sulla caccia non è del tutto da buttar via. Così come l’onestà di Jude Law può farci riflettere.
Noi esseri umani infatti, siamo animali. E il primo istinto degli animali è la sopravvivenza.
Gran parte di quello che ci succede viene visto sotto questa luce. Quando abbiamo sete beviamo
l’acqua che non abbiamo, quando lavoriamo vogliamo l’aumento che non ci hanno ancora dato, la casa che non ci possiamo permettere e anche la persona che sembra non avere bisogno di noi. Tutto ciò conduce ad una ricerca che consiste prima nell’individuare e poi tentare di ottenere quello di cui fino a quel momento siamo privi.
Tutti questi desideri nei confronti di quello che ci manca sono ciò che mantiene vivo il nostro più primordiale istinto di sopravvivenza. Nel momento in cui una persona ci dà tutto, questo istinto di sopravvivenza inizia a scemare. Perché infatti cercare quello che ci manca, quando ce l’abbiamo già? E allora ci allontaniamo gradualmente, l’altra persona lo percepisce e sviluppa quello che gli psicologi chiamano “attaccamento ansioso insicuro”. Questo ovviamente non fa che peggiorare la situazione finché non troviamo qualcun altro che, come dice Jude Law, non ha bisogno di noi.
Qualcuno che ama sé stesso a tal punto da non essere dipendente da noi.

In conclusione, cari lettori,
diffidate di chi vi necessita. Infatti solo chi decide di stare con voi senza tuttavia averne bisogno, vi sceglie veramente.

blog comments powered by Disqus