Fotoreportage

Christo si è fermato a Iseo?

“The Floating Piers”, progetto dell’artista bulgaro Vladimirov Yavachev Christo, sta riscuotendo un successo incredibile sul lago d’Iseo. Giorni di tutto esaurito, boom di turisti fino al 3 luglio

Christo

Il lago di Iseo si tinge di giallo! Non è propriamente il titolo di un thriller ma l’ambiziosa opera di Christo, noto artista bulgaro conosciuto in tutto il mondo e che ha proposto in Italia un’opera originale e di cui si parlerà per diverso tempo.

Fruibile al pubblico dal 18 giugno, l’idea è quella di una piattaforma galleggiante di circa 4 chilometri che parte da Sulzano, passa dalla splendida Monte Isola e raggiunge l’isolotto di San Paolo (di proprietà della famiglia Beretta, nota per la loro produzione di armi). La piattaforma è larga 16 metri e vede la presenza di diversi addetti pronti a garantire un piano di sicurezza intorno all’area del lago lombardo.

Un’opera progettata nel 1970 da Christo e sua moglie Jean Claude, ma che non ha mai ricevuto i permessi in Paesi come Argentina e Giappone. Oggi l’Italia e il Lago di Iseo portano a compimento una grandiosa iniziativa, ammirata da migliaia di turisti che fino al 3 luglio saranno i protagonisti assoluti del noto luogo turistico bresciano.

Un evento importante per il nostro Paese e anche per l’area di Iseo, in quanto saranno ampi gli indotti economici che il lago italiano potrà raggranellare in queste settimane. Dunque, se vorrete far parte di un avvenimento che non ha eguali, armatevi di spirito di iniziativa, tempo e pazienza: ne varrà la pena!

Tutte le informazioni, cliccando qui.