Articolo

L’Istituto Salesiano di Soverato accoglie il coro “Laudato sii” e L’orchestra parrocchiale di Montepaone

Quando il Natale non è emblema solo di regali e cenoni
 

imageSoverato – Giovedì sera, presso l’Istituto Salesiano, il coro della Chiesa di Montepaone “Laudato sii” e l’Orchestra parrocchiale, diretti dal maestro Francesca Pallone, hanno tenuto un concerto di canti natalizi “Natum Videte”. Giovanni Catuogno ha introdotto l’evento salutando gli astanti, ringraziando l’ospitalità salesiana e infine raccontando, in qualità di ex allievo, il rapporto religioso che, sin dagli anni ’50\’60, intercorre tra il territorio di Montepaone ed i Salesiani di Soverato. Un pubblico numeroso ha assistito all’esecuzione di melodie tipiche natalizie come “Vieni nasci ancora”, “E gli angeli”, “Happy Xmas”, “È venuta la luce”, fino ad arrivare alla classica, ma sempre emozionante “Tu scendi imagedalle stelle”. Tra un’esecuzione e l’altra la calda voce di Annamaria De Luca ha narrato i “quattro momenti salienti” della vita di Maria, concludendo con la commovente preghiera di San Bernardo alla Vergine (Dante – Par. XXXIII, 1-39). Lo spettacolo ha ancora visto protagonisti il binomio musicale Cerullo padre, al clarinetto, e figlio, alla tastiera, che hanno suonato, tra le altre, un classico natalizio “White Christmas”. Hanno concluso l’evento gli interventi del dirigente scolastico del Liceo Classico dell’Istituto Salesiano, Saverio Candelieri, del nuovo direttoreimage dell’Istituto  don Luigi Martucci, e infine del parroco di Montepaone don Bernardo Marascio. Degli omaggi floreali sono stati consegnati al maestro Francesca Pallone e all’attrice Annamaria De Luca, mentre a coristi e strumentisti una sciarpa in ricordo del centenario della nascita dell’Istituto Salesiano di Soverato. Protagonisti e spettatori dello spettacolo a fine serata si sono intrattenuti nell’atrio dell’Istituto a conversare e a gustare i soffici dolci natalizi.

imageSi è trattato di un momento importante anche a livello spirituale. La nascita di Gesù si avvicina e il coro “Laudato sii”, l’Orchestra Parrocchiale, i Salesiani e tutti i partecipanti lo hanno celebrato in modo sentito e profondo.

“Natum Videte” è l’emblema di quanto anche gli spettacoli religiosi attirino e coinvolgano un pubblico vasto, che non include la sola comunità, ma va ben oltre.

blog comments powered by Disqus