Articolo

Tra moda e cinema una profonda storia d’amore: anni ’90 e 2000

Film cult e mise indelebili nelle nostre menti. Dal vestito rosso di “Pretty Woman” all’abito bianco di “The Tourist”

Eccoci all’ultima parte del nostro excursus tra gli abiti più belli e memorabili  della storia del cinema dagli anni ’50 ad oggi. Ultimo capitolo ma non ultimo in termini di stile perché, come noi tutti ricordiamo, tra gli anni Novanta e Duemila numerosi film sono rimasti impressi nella nostra mente, a volte anche per gli indumenti indossati dagli attori protagonisti.

Dell’ultimo ventennio del Novecento ricordiamo film celebri tanto per la storia del cinema quanto per quella della moda. Per quanto concerne quest’ultimo punto riproporremo, nel corso dell’articolo, la maestosità, la stranezza e la particolarità degli abiti indossati.

pretty womanIniziamo da “Pretty Woman” di Garry Marshall del 1990. Chi non ha ammirato la splendida Vivian Ward (Julia Roberts all’inizio della sua formidabile carriera), in quell’abito che le è stato regalato da Edward Lewis (Richard Gere) per la serata di gala in cui lo accompagna? Si tratta di un meraviglioso vestito lungo rosso con guanti bianchi, che le calzano a pennello. Il vestito da ballo per la favola della moderna Cenerentola, Vivian appunto!

eyes-wide-shut-tom-cuise-nicole-kidman-black-dressUn altro film particolare e indimenticabile è l’ultimo capolavoro di Stanley Kubrick, “Eyes Wide Shut”, con i suoi protagonisti Tom Cruise e Nicole Kidman. Come dimenticare quanto quest’ultima sia incantevole nell’abito nero con la scollatura profonda sulla schiena, che nella scena cult del film le scivola a terra, lasciando addirittura intravedere  il suo eccezionale corpo.

kinopoisk.ruPer concludere con gli anni ’90, ho scelto il film dei film: “Titanic” (1997) di James Cameron e tra i tanti vestiti sfavillanti che indossa la protagonista Rose (Kate Winslet) ho scelto di menzionare quello che indossa nella scena più famosa di tutti i tempi, il bacio con Jack (Leonardo Di Caprio) sulla prua della nave. L’abito blu e panna che insieme alla spettacolarità della scena, è rimasto indelebile nella mente di tanti sognatori romantici.

kate-hudson-in-come-farsi-lasciare-in-10-giorniAnche i primi anni del 2000 ci hanno offerto film intensi e abiti straordinari. A volte però questi ultimi non si accompagnano a pellicole che lasciano il segno per la loro trama. È il caso di “Come farsi lasciare in 10 giorni”(2003), la classica commedia americana che nessuno ricorda, ma che colpisce il nostro interesse per l’apparizione della protagonista Kate Hudson in un abito color oro che, esaltando tutto il suo fisico scultoreo, lascia tutti gli spettatori senza fiato.

sexandthecitythemoviepicSi veda, ancora, il film “Sex & the city”(2008) di Michael Patrick King, tratto dall’omonima serie televisiva americana, tra cui spicca Carry (Sarah Jessica Parker) che, nella scena del matrimonio (che non avverrà) con Mr.Big, indossa un incredibile abito da sposa di Vivienne Westwood, forse l’abito da sposa più bello e particolare della storia del cinema.

espiazioneTanto di cappello, poi, al film “Marie Antoinette” (2006) di Sofia Coppola, per gli eccezionali costumi d’epoca, indossati dalla protagonista Maria Antonietta (Kirsten Dunst) che sono valsi l’Oscar nel 2007, per i miglior costumi, all’italiana Milena Canonero. Bellissima anche Keira Knightley con quel vestito verde smeraldo: la semplicità e l’eleganza vanno di pari passo col vestito indossato in “Espiazione” (2007) di Joe Wright .

The-Tourist-gall1Infine, concludiamo questa lunga lista di abiti meravigliosi con tre mise impeccabili di Angelina Jolie in “The Tourist” (2010) di Florian Henckel von Donnersmarck. Tutti coloro che hanno visto questo film, ambientato tra Parigi e Venezia, che ha come protagonisti appunto la Jolie e Jonnhy Depp, ricorderanno certamente i vestiti scelti da Collen Atwood per la protagonista femminile: quello color cipria con la mantellina e i guanti color crema che omaggiano l’artigianato italiano, l’abito di satin di seta bianca che si appoggia dolcemente sul corpo della Jolie e infine quello di seta nero,  fatto di diversi strati di tulle nero magnificente, pensato per evocarne la grandezza e creato a mano dalla costumista. La straordinarietà di quest’abito è completata da una parure di diamanti di Asprey che è impossibile dimenticare.

Viaggiare nel tempo attraverso gli abiti è una straordinaria emozione; è un modo per sognare e sognare è proprio quello che serve per vivere meglio.  Perché, dunque, non farlo riguardando uno di questi film, sdraiati su un divano e ammirando con più attenzione anche tutti questi splendidi abiti?

blog comments powered by Disqus