Articolo

Oscar 2017, la notte delle gaffe e dei buoni film

La notte più attesa del cinema internazionale sarà certamente ricordata per la gaffe di Warren Beatty. Incetta di premi per Moonlight e La La Land. L’Italia torna quasi a mani vuote

Cronaca di una gaffe annunciata? Non la ricorderemo come la serata perfetta quella della Academy Awards, soprattutto per l’attore Warren Beatty che apre la busta sbagliata per annunciare il miglior film: La La Land. In realtà il premio Oscar va a Moonlight che si aggiudicherà anche altre due statuette. Tranquilli! Il musical rivelazione dell’anno diretto da Damien Chazelle conquista diverse altre premiazioni e tra queste la miglior regia, la miglior attrice (Emma Stone) e la miglior fotografia oltre che la colonna sonora. Manchester by the sea vince due Oscar per il miglior attore (Casey Affleck) e la miglior sceneggiatura. La Battaglia di Hacksaw Ridge, di Mel Gibson porta a casa due premi: miglior montaggio e miglior sonoro. Per il film d’animazione vince Zootropolis mentre miglior film straniero è Il cliente dell’iraniano Asghar Farhadi.

La prima volta. È forse la prima volta che agli Oscar si confonde una busta e quindi si attribuisce un premio ad un altro? Probabile, bisognerebbe scartabellare negli annali ma di sicuro è la prima volta che un attore musulmano africano, Mahershala Ali, si aggiudica una statuetta con l’apprezzato Moonlight di Barry Jenkins.

E l’Italia? Partiamo da Fuocoammare di Gianfranco Rosi che non si aggiudica il premio per il miglior documentario che viene attribuito a O.J.: Made in America. È comunque una grande soddisfazione essere giunti fino a Los Angeles e aver mostrato una drammatica situazione che si consuma nel bacino del Mediterraneo. Complimenti ad Alessandro Bertolazzi che ha ricevuto il premio Oscar per il miglior trucco in Suicide Squad, insieme con Giorgio Gregorini e Christopher Nelson.

 

 

And the winner is:

Miglior attrice protagonista: Emma Stone, per La La Land.

Miglior attore protagonista: Casey Affleck per Manchester by the Sea.

Miglior regia a Damien Chazelle per La La Land.

Miglior sceneggiatura non originale a Barry Jenkins e Tarell McCraney per Moonlight.

Miglior sceneggiatura originale a Kenneth Lonergan per Manchester by the sea.

Miglior canzone va a “City of Stars” di Justin Hurwitz, Benj Pasek e Justin Paul in La La Land.

Miglior colonna sonora a Justin Hurwitz per La La Land.

Miglior fotografia a Linus Sandgren per La La Land. E’ la seconda statuetta su 14 nomination per il film di Damien Chazelle.

Miglior cortometraggio a Sing di Kristóf Deák.

Miglior cortometraggio documentario a The White Helmets di Orlando von Einsiedel e Joanna Natasegara

Migliori effetti speciali a Robert Legato, Adam Valdez, Andrew R. Jones e Dan Lemmon per “Il libro della Giungla“.

Miglior montaggio a John Gilbert per “La battaglia di Hacksaw Ridge“.

Miglior scenografia a Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco per La La Land.

Miglior film d’animazione a Zootropolis di Rich Moore e Byron Howard.

Miglior film straniero a Il cliente (Forushandeh) di Asghar Farhadi (Iran).

Miglior attrice non protagonista Viola Davis per Barriere.

Miglior attore non protagonista Mahershala Ali per Moonlight.

Miglior montaggio sonoro a Sylvain Bellemare per Arrival.

Miglior corto di animazione a Piper del regista di origine italiana Alan Barillaro.

Miglior sonoro a Kevin O’Connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace per “La battaglia di Hacksaw Ridge

Miglior documentario a “O.J.: Made in America”.

Miglior trucco ad Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson per Suicide Squad.

Migliori costumi a Colleen Atwood per Animali fantastici e dove trovarli.

 

 

 

blog comments powered by Disqus