Articolo

“Ascoli Piceno” – IV volume de “Il Medioevo nelle città italiane”

Pensando alla Storia Medievale vengono in mente i più disparati scenari: dalla caduta dell’Impero romano con assedi e distruzioni dei barbari fino all’età comunale con le numerose battaglie tra guelfi e ghibellini. L’idea di Paolo Cammarosano, professore dell’Università di Trento, è stata quella di organizzare una collana di testi per analizzare in modo sintetico la realtà medievale di singole città. Dedicato a “Siena”, il primo volume della Collana “Il Medioevo nelle città italiane” è stato pubblicato nel 2009 ed è stato scritto dallo stesso Cammarosano, autore e organizzatore della Collana.

cittitaliane ascoli picenoDopo i successivi “Fermo” e “Bologna”, scritti rispettivamente da Francesco Pirani e Giuliano Milani, il IV volume è stato dedicato ad Ascoli Piceno ad opera di Giuliano Pinto, ordinario di storia Medievale e Moderna presso l’Università di Firenze. Il testo è stato presentato il 5 ottobre presso la Sala della Ragione di Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno dall’Istituto Superiore di Studi Medievali Cecco d’Ascoli. Dopo i ringraziamenti del presidente dell’Istituto Luigi Morganti, del sindaco di Ascoli Guido Castelli e di Antonio Rigon, docente dell’Università di Padova, il professor Cammarosano ha illustrato la struttura della Collana e la composizione dei volumi, ognuno diviso in tre parti: il profilo storico generale della città, le fonti scritte e infine il paesaggio urbano e le opere d’arte. In seguito Jean Claude Maire Vigueur, docente presso l’Università di Roma Tre, ha descritto la complessità del lavoro svolto dal professor Pinto, iniziando dalle difficoltà riscontrate nel reperire la documentazione su Ascoli, a causa dell’incendio del 1535 in cui scomparve l’archivio della città, e ricostruendo la storia a partire dalla conformazione del territorio, dall’economia e dal commercio. Infine il professor Pinto ha approfondito alcuni dettagli del testo.

I volumi successivi usciti sono “Trento” di Emanuele Curzel e “Genova” di Paola Guglielmotti. I diversi testi della Collana sono acquistabili anche on line sul sito della Fondazione Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo di Spoleto.

blog comments powered by Disqus