Articolo

Agli Uffizi la mostra dedicata ad Ardengo Soffici

“Scoperte e Massacri. Ardengo Soffici e le Avanguardie a Firenze” è il titolo della mostra che è stata inaugurata il 27 settembre 2016 presso la Galleria degli Uffizi di Firenze. Curata da Vincenzo Farinella e da Nadia Marchioni, potrà essere visitata fino all’8 gennaio 2017

Soffici

di Valentina De Luca

L’evento di Firenze presenta la prima monografica dedicata ad Ardengo Soffici (1879-1964), di cui racconta il lungo percorso artistico e non solo. Un personaggio poliedrico, pittore, scrittore, critico d’arte e polemista, che ha avuto modo di mettersi a confronto con un periodo storico molto particolare a cavallo tra due secoli.

Proprio questo carattere molteplice della produzione di Soffici è stato messo in evidenza dall’esposizione che, fin dal titolo scelto, sottolinea il ruolo dell’artista sullo scenario di quegli anni. “Scoperte e massacri” è infatti anche il titolo di una delle opere di Soffici: una raccolta pubblicata ai primi del Novecento.

L’intera mostra mira a narrare la storia dell’artista attraverso la fusione di ogni interesse di Soffici. In questo modo, oltre alle sue opere, saranno presenti anche commenti, brani critici ed estratti dai suoi scritti d’arte.

Si tratta di un’esposizione davvero ricca che affianca ad Ardengo Soffici anche capolavori di Segantini, Cezanne, Renoir, Picasso, Degas, Medardo Rosso, De Chirico e Carrà. Opere che sono state selezionate tenendo presente quelli che erano i gusti di Soffici.

Visitare la mostra sarà quindi come farlo in compagnia del critico d’arte, che vi commenterà le opere che avrete davanti ai vostri occhi, con toni assai differenti, sottolineando quello che secondo lui merita di essere lodato. Allo stesso tempo non mancherà però di indicarvi ciò che invece non gli è affatto gradito.

La singolarità dell’evento vi consentirà di andare alla scoperta dell’arte contemporanea con una guida d’eccezione. Una guida che si metterà anche in mostra con le proprie creazioni ed a quel punto sarete voi a fare da critici dell’arte.

soffici_ardengo

blog comments powered by Disqus