Articolo

Textile Interiors: i ritagli artistici di Francesca Lupo

Ultima settimana per visitare, presso l’Harridge DeiMille di Torino, Textile Interiors, mostra di Francesca Lupo. Grandi protagoniste le sue «scenografie di carta»

Ritagli di stoffa dei capi Harridge, stralci di giornali, sottili fogli di legno e di plastica e un estro creativo alimentato nella passione per l’architettura, le geometrie e i giochi di colore: con questi pochi ma insostituibili elementi Francesca Lupo dà vita a collages dallo stile vintage ispirati al design novecentesco e alla moda del tempo, opere originali – al centro dell’esposizione Textile Interiors – in grado di far rivivere le indimenticabili atmosfere del secolo scorso.

Cinévogue

Cinévogue

La mostra, fruibile fino al 3 febbraio presso l’Harridge DeiMille di Torino, è un omaggio in chiave pop allo spazio inteso come luogo da abitare. Ma Francesca Lupo non ci racconta uno spazio subordinato alla presenza dell’uomo: le “stanze artistiche” esistono liberamente e vengono rappresentate come il fulcro dell’intero quadro. Una scelta che si palesa anche e soprattutto nella distribuzione del colore, che investe totalmente l’habitat architettonico e viene invece precluso alle figure umane, le quali sembrano staticamente adagiate su di un ambiente dinamico.

La cifra stilistica di Francesca Lupo – artista, sbocciata durante Paratissima 2012 (dove fu selezionata tra i 15 migliori artisti), che ha esposto a Torino, Bari, Genova e Londra – emerge in tutta la sua vivacità nei dettagli. Come in un moderno Tetris, ogni elemento si incastra perfettamente con gli altri e trova posto e dignità artistica grazie a una preziosa quanto singolare rifunzionalizzazione.

textile interiors

«Nelle viste di interni, in particolare, gli oggetti e gli arredi, i francobolli che diventano quadri alle pareti, i frammenti di lettere manoscritte, le vecchie riviste che si trasformano in carte da parati costituiscono i dettagli che completano i luoghi e vogliono intenzionalmente condurre chi osserva in un viaggio nel tempo che possa continuare oltre il rigido profilo della cornice, entrando nelle stanze che, proseguendo oltre il quadro, si aprono al di là.»

5_48x33Textile Interiors
Francesca Lupo, personale
A cura di Ermanno Tedeschi

fino al 3 febbraio 2016

Harridge DeiMille
via Giolitti 45/G, Torino
011.8124575 – www.harridge.it info@harridge.it

blog comments powered by Disqus