Articolo

“Sfiggy Invasion”: il “Quinto Stato” di Alessio Bolognesi

Cosa succede se la pop art si fonde con la street art e il fumetto in un mix di sarcasmo, irriverenza e anticonformismo? Nasce un’arte di denuncia che protesta contro la società attuale, mossa da un  forte desiderio di riscatto  e dalla voglia di riprendersi il futuro, senza dimenticare però la giusta carica di ironia e divertimento.

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Baby-Sfigga. Acrilico su tela.

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Baby-Sfigga. Acrilico su tela.

Fino al 1 marzo prossimo, la galleria Square23 di Torino ospiterà “Sfiggy Invasion”, mostra in cui verranno esposte le opere del ferrarese Alessio Bolognesi, un ingegnere trentacinquenne che ha dato libero sfogo alla sua creatività e alla sua vena artistica creando un personaggio evasivo, controcorrente, originale, sfortunato e un po’ vendicativo: Sfiggy. Una figurina tutta bianca che, con la sua leggerezza, con il suo non prendere mai troppo sul serio sé stesso in primis e poi anche gli altri, cattura subito l’attenzione e fa riflettere e al contempo sorridere. Un esserino apparentemente innocuo, ma portatore di istanze rivoluzionarie, rappresentazione artistica di una resistenza ai valori imperanti della nostra contemporaneità.

La carriera artistica di Bolognesi inizia nel 2008, con mostre e esposizioni in varie città d’Italia come Ferrara, Parma, Bologna, Treviso, Milano, Como e ora Torino. Figura tra i vincitori del Premio Ora 2012, selezionato dalla Galleria Federica Ghizzoni di Milano. È, inoltre, tra i membri del collettivo Aliens – le forme alienanti del contemporaneo, progetto artistico itinerante a cura di Sergio Curtacci di Frattura Scomposta Art Magazine.

Al centro di questa esposizione, promossa da Square23, vi è la rivisitazione in chiave pop del Quarto Stato di Pellizza da Volpedo: «dopo aver accoltellato Hello Kitty, inseguito con un’accetta Pikachu e minacciato i figurini colorati di Haring», una folla di Sfiggy si prepara ad avanzare, con convinzione e a testa alta, nel Quinto Stato (sabato 1 e domenica 2 febbraio, presso corso Lione,  l’opera è stata realizzata anche su muro, con la collaborazione di Murarte).

Alessio Bolognesi, Sfiggy - Quinto-stato. Tecnica mista su carta antica.

Alessio Bolognesi, Sfiggy – Quinto-stato. Tecnica mista su carta antica.

Se nel Quarto Stato lo sciopero dei lavoratori simboleggia, oltre che la protesta sociale, l’affermazione del proletariato, il suo emergere all’interno della società industriale e la raggiunta consapevolezza dei propri diritti, nel Quinto Stato quella stessa società si presenta ormai esasperata dalle proprie contraddizioni. Un tempo e un luogo in cui i diritti acquisiti oltre un secolo prima quasi non esistono più, minacciati nella loro stessa sopravvivenza dalle dinamiche di un mondo sempre in corsa. Ma tutto ciò non porta alla resa, anzi: un orizzonte “sfyggico” di esserini cuciti e rappezzati continua a guardare avanti, si batte per il futuro, marcia avanti deciso continuando a credere in un’evoluzione positiva e salvifica.

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Tempus fugit. Tecnica mista-su carta antica

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Tempus fugit. Tecnica mista su carta antica.

Le vicende di Sfiggy si legano indissolubilmente a quelle di Alessio Bolognesi, che ha fatto del  bianco personaggio un alter-ego di sé stesso. Stati d’animo come felicità e tristezza, momenti in cui si alternano successi e sconfitte, risate e pianti, difficoltà e problematiche varie, vengono trasposti e illustrati su carta antica, tele neopop e tramite una installazione a muro, che ricorda Mondrian e i videogame degli anni ’80. Un’esistenza, quella di Sfiggy/Alessio, tutta protesa a raggiungere una meta, nonostante i mille ostacoli da superare.

Le opere di Alessio Bolognesi sono una dimostrazione della caratteristica essenziale e ineliminabile dell’arte, quella positività che spinge al cambiamento, che non permette di adagiarsi sullo stasus quo delle cose, che crede sempre in qualcosa di migliore e si fa motore propulsore di crescita e sviluppo. Un principio, questo, che sarebbe bene tenesse sempre a mente chi governa l’Italia.

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Guess who, Tecnica mista su carta antica.

Alessio Bolognesi, Sfiggy -Guess who, Tecnica mista su carta antica.

 

INFO:

Square23 Art Gallery, via San Massimo 45, Torino
“Sfiggy Invasion”, Alessio Bolognesi
31 gennaio – 1 marzo 2014
Orari: 11-20 lun-ven, o su appuntamento
Web: square23.blogspot.it – Mail: info@square23.net

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus