Articolo

Hit Parade: “gli artisti di domani” in mostra al MAUTO

Dal 4 dicembre al 17 gennaio il Museo Nazionale dell’Automobile ospiterà Hit Parade, la mostra dei 30 migliori artisti di Paratissima

Spiazzante, innovativa, composita e originale: Hit Parade è l’Arte per antonomasia. Organizzata dal Museo Nazionale dell’Automobile (MAUTO) in collaborazione con Paratissima, la collettiva accoglie le opere di ben 30 artisti – selezionati tra gli iscritti delle edizioni 2014 e 2015 della kermesse torinese – e si staglia sullo sfondo di uno spazio espositivo istituzionale caratterizzato da una collezione permanente e, fino al 20 gennaio 2016, da Auto in Arte, allestimento di nove modelli unici di vetture (dalla Bugatti PM1 alla Halley Maggiora, passando per la Yaris Toyota e  la Voiture Maximum) che intende evidenziare il potenziale artistico dell’oggetto automobile e la carica creativa sottesa alla realizzazione della stessa.

Hit Parade si inserisce in maniera trasversale nel percorso espositivo del MAUTO condividendone l’idea di un’arte aperta ad ogni possibilità, multiforme, giovane, un’arte che merita di essere tutelata, promossa, condivisa. Come ha affermato il direttore Gaffino Rossi, infatti:

«Il MAUTO vuole raccontare una storia, che è quella della creatività in tutte le sue forme; vuole essere uno spazio condiviso e partecipato; vuole accogliere e stimolare i giovani creativi perché sono e saranno loro ad aiutarci a vedere le cose da un altro punto di vista. Abbiamo voluto collaborare con Paratissima per tutti questi motivi ma anche perché, ai tempi della ristrutturazione dello stabile che oggi ci accoglie, siamo stati ospiti di Torino Esposizioni e possiamo provare a comprendere le difficoltà e i disagi del lavorare in quella struttura, oggi ancora più fatiscente. Abbiamo creato con loro, e con il Conservatorio, un’importante reciproca sinergia che spero duri a lungo e che, a mio parere, dovrebbe unire tutte le realtà culturali del nostro territorio».

La collaborazione tra Paratissima e il Museo dell’Automobile è stata ufficializzata dall’istituzione di un premio speciale, un riconoscimento all’artista che, secondo una giuria formata da Ugo NespoloRoberto Giolito (designer FCA), Ciro Palumbo (Pittore) e Rodolfo Gaffino Rossi (Direttore del MAUTO), si è distinto per creatività nelle forme, utilizzo di materiali, innovazione e design. Il premio consiste in un cubo di cristallo raffigurante il museo e verrà consegnato in occasione dell’inaugurazione della mostra Hit Parade.

Nell’ottica di una valorizzazione a tutto tondo dell’Ars, intesa come linguaggio universale e declinabile in infinite forme ed espressioni, la serata inaugurale – giovedì 3 dicembre, alle ore 18.30 – sarà allieta dall’esibizione del Quartetto di Sassofoni, composto da Elisa Ughetto (sassofono soprano), Pierpaolo Morgante (sassofono contralto), Elena Marchi (sassofono tenore) e Domenico Gugliotta (sassofono baritono), del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. Concetto, questo, ripreso e approfondito in Hit Parade: le opere in mostra, ermetiche e comunicative allo stesso tempo, sono infatti la rappresentazione evidente di un pluralismo estetico e artistico che non conosce limiti. Ogni lavoro è esercizio di stile e marca personale, bellezza moderna e non convenzionale, cortocircuito di associazioni emotive.

Hit Parade è un mosaico variopinto e complesso composto da 30 tasselli unici: i giovani protagonisti dell’arte contemporanea, gli artisti di domani.

11139985_10201110800289604_8927882051340215850_n

Gli artisti in mostra:

2014 — Giusi Demma & Giovanni Ruggeri, Nazareno De Santis (Foto 1 – Italian’s wedding, 2014), Riccardo Erata, Alessandra Favetto (Foto 2 – A house for all), Caterina Giansiracusa, Kiril Hadzhievscultura (Foto 3 – On the concept of truth), Mikaël Helleux, Jamboy, Gianni Lopez (Foto 4 – Gabbia Ideologica, 2013), Daniele Miola, Cristina Pas (Foto 5 – Bidibodibu, 2014), Renato Sabatino, Studio Cube, Flavio Ullucci (Foto 6 – Escatologica, 2014).

2015 — Gioia Aloisi & Monica Gorini (Foto 7 – White Books, 2013), Giovanni Antico Gagliardini, Enrico Azzolini, Susy Cagliero (Foto 8 – Labirinto d’attese, 2015), Matteo Cirenei, Umberto Dattola (Foto 9 – Femke), Enrico Ferrarini, Claud Hesse, Adriana Iaconcig (Foto 10 – Wunderkammer della memoria, 2012), Arual Jay, Erjon Nazeraj & Valentina Scaletti (Foto 11 – Linee di tensione#7, 2014), Noemi Priolo (Foto 12 – Percetto, 2013), Natalia Saurin, Matteo Tampone, Paolo Tartarini (Foto 13 – People), Giorgio Tentolini.

Alle opere di Hit Parade si aggiungono le proiezioni su maxischermo di Single # Double # Triple di Apotropia; Person-A di Con.Tatto – Francesca Leoni e Davide Mastrangelo; I Sing the Body Electric_Psyché di Eleonora Manca; Trasmissioni – fenomeni dell’intelligenza collettiva di Lino Strangis; Hypernation di Jamboy.

 

 

HIT PARADE

MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile di Torino

da venerdì 4 dicembre a domenica 17 gennaio 2016

inaugurazione: giovedì 3 dicembre, ore 18.30

 

blog comments powered by Disqus