Articolo

Herb Ritts, In Equilibrio: retrospettiva imperdibile

Per immergersi in un’Atene del V sec. a.C. basta trovarsi a Milano entro il 5 giugno 2016 e godere della retrospettiva di Herb Ritts, novello Fidia della fotografia

Ritts

Fino al 5 giugno 2016 il Palazzo della Ragione Fotografia di Milano ospiterà la retrospettiva di Herb Ritts “In Equilibrio”, una composizione di 100 immagini originali tutte provenienti dall’Herb Ritts Foundation di Los Angeles. Fotografo e regista indimenticabile, morto nel 2002, attraverso scatti sognanti e perfetti ha reso eterne icone dello star system hollywoodiano e della musica.

Un percorso ordinato, essenziale e magnetico concede al visitatore la possibilità di annullarsi nei contrasti di un bianco e nero in cui la luce – perlopiù naturale e assoluta protagonista – mette in risalto l’estrema bellezza e perfezione di ogni soggetto immortalato.

E se di bellezza e perfezione si parla, sembra proprio di immergersi in un’Atene del V sec. a.C. al cospetto di tutti questi fisici plastici. Novello Fidia, Mirone, Policleto della fotografia glamour, Ritts amalgama tre ingredienti fondamentali: natura, essere umano e luce. Così durante il percorso espositivo corpi bianchi su sfondo nero si alternano a corpi neri su sfondo bianco – sempre di uno statuario ai limiti del divino – innestati su paesaggi incantevoli come spiagge incontaminate o interni essenziali, in movimento o fissi, pur sempre in un estremo equilibrio di luminosità e volumi (ecco il titolo della mostra).

Una sezione dell’esposizione è dedicata ai paesaggi e alle suggestioni africane. Il continente nero, che ha esercitato un enorme fascino su Herb Ritts, è stato meta prediletta dei suoi viaggi anche a pochi giorni dalla morte. Le suggestioni di quella terra lo hanno portato a realizzare straordinari reportage e alcuni scatti sono fruibili anche a Milano.

Tra i ritratti celebri emergono quello di Madonna (che lo scelse per realizzare la copertina di True Blue e per dirigere il video Cherish), di Michael Jackson, David Bowie, Sinéad O’Connor e Tina Turner – per rimanere in ambito musicale. Tra le icone del cinema si scorgono, invece, quelli di un giovanissimo Richard Gere, fotografato ancor prima del suo esordio sul grande schermo, o ancora di Reese Witherspoon, Brad Pitt, Penelope Cruz ed Elizabeth Taylor.

Un’apposita sezione, alla fine del percorso, presenta alcuni video che rivelano il lato nascosto del lavoro di Ritts, attraverso filmati di backstage, ma anche la sua attività di attento collezionista di fotografia.

Dall’incantevole scatto “Supermodels” (divenuto icona) al primissimo piano di una Courtney Love bella e trasandata (immortalata a un anno dalla morte di Cobain), quella di Herb Ritts a Milano è una retrospettiva proprio da non perdere!

Per maggiori info su biglietti e orari

blog comments powered by Disqus