Articolo

Antonio Castrignanò apre il Festival d’Autunno 2015

Una notte di musica, una notte di divertimento. Tutto sotto lo “sguardo benevolo” di una luna più illuminata del solito, accarezzata da un timido arcobaleno. Il 26 settembre è stata la festa di una città che ha visto in Antonio Castrignanò il Maestro di Cerimonia della “première” del Festival d’Autunno2015, diretto da Antonietta Santacroce

Piazza Prefettura di Catanzaro si è trasformata in una piccola Melpignano. Cinquemila persone hanno ballato, saltato, cantato al ritmo della taranta che ha avuto un effetto taumaturgico. La medicina è stata la musica. Perché la taranta è una medicina, per il corpo e per la mente. Musica che ha il potere di risvegliare gli animi, percuoterli, farli palpitare; musica che ha il potere di unire la gente e le diverse generazioni. Musica fatta di tradizione e contemporaneità, suoni arcaici e contaminazioni. E Antonio Castrignanò ha mostrato di essere tutto questo con le sue armonie frenetiche, a tratti esaltanti.

Antonio Castrignanò - Foto di Antonio Raffaele

Antonio Castrignanò – Foto di Antonio Raffaele

La credenza diffusa del fenomeno isterico compulsivo provocato dal morso del ragno si è ripetuta stregando tutti. Gente di ogni età si è fatta  trasportare dal ritmo fatto di tamburelli, violoncelli, fisarmoniche, bassi elettrici, flauti e mandolini. Sciamune e Stornelli hanno riscaldato gli animi, Aradeo e Li culuri de la terra li hanno portati a vivere l’entusiasmo della Notte della Taranta, unica ed irripetibile. Non sono mancati i suoi brani più famosi come Maria Nicola, Tremulaterra, Signora Madama, e poi ancora Pizzica Ncanna, La ciuccia nera, Mara la fatia e le immancabili tarantelle calabresi.

Foto di Antonio Raffaele

Foto di Antonio Raffaele

Sul palco, con l’artista di Calimera, Redi Hasa, Rocco Nigro, Giuseppe Spedicato, Nico Berardi e Gianluca Longo, musicisti che lo hanno supportato egregiamente e riuscendo a dare fuoco ad una platea che non attendeva altro. Energia pura fatta da sonorità di differenti culture musicali, pizziche travolgenti e racconti di vita vissuta. Al ritmo del tamburello e delle elettrizzanti evoluzioni musicali la splendida ballerina Laura Boccadamo ha danzato contagiando i presenti, quasi invitandoli a imitarla.

Il finale è stato ancor più entusiasmante, vibrante e coinvolgente. Nella piazza gremita in ogni angolo, invitati da Castrignanò a tenere alte le mani, il “popolo della taranta”  ha vissuto gli ultimi minuti di una notte da non dimenticare.

Così il Festival d’Autunno, con un evento regalato alla città, ha inaugurato la sua XIII edizione dedicata al Sud Italia. E saranno gli uomini e le tradizioni del Sud i protagonisti dei prossimi tre appuntamenti previsti nel calendario, che saranno di scena al Teatro Politeama di Catanzaro.

Il 24 ottobre sarà la volta di Franco Battiato per l’unica data in Calabria, il 31 ottobre sarà la volta di Al Bano, ambasciatore della musica italiana nel mondo, per chiudere in bellezza il 7 novembre con il rock-jazz di James Senese & Napoli Centrale unito al Prog Rock degli Osanna.

I biglietti dei prossimi concerti del Festival d’Autunno 2015 potranno essere acquistati online sul sito www.festivaldautunno.com e presso le rivendite autorizzate. Per maggiori informazioni sul cartellone, sugli eventi collaterali, potrà essere consultato lo stesso sito o la segreteria sita a Catanzaro presso Cinema Teatro Comunale o telefonando al numero 388.8183649.

Facebook: https://www.facebook.com/Festival-DAutunno-141687270107/timeline/

Twitter: https://twitter.com/festivalautunno

PROGRAMMA

FESTIVAL D’AUTUNNO 2015

L’ANIMA DEL SUD

Sabato 24 Ottobre – ore 21

Teatro Politeama – Catanzaro

FRANCO BATTIATO

  

Sabato 31 Ottobre – ore 21

Teatro Politeama – Catanzaro

AL BANO

 La voce dell’anima

 

Sabato 7 Novembre  – ore 21

Teatro Politeama – Catanzaro

JAMES SENESE & NAPOLI CENTRALE

e

OSANNA

Il rock napoletano dei 70’s

 

CIBO È ARTE.

ECCELLENZE D’AUTORE IN SCENA

 Martedì 20 Ottobre – ore 18

Aula Magna della Facoltà di Sociologia – Catanzaro

IL CIBO È (ANCHE) ARTE

A cura di Cleto Corposanto, ordinario di Sociologia della Università Magna Grecia di Catanzaro

 

 

Mercoledì 21 Ottobre – ore 18

Complesso San Giovanni – Catanzaro

IDENTITA’, CULTURA, STORIA, TRADIZIONI DELLA CUCINA CALABRESE

 a cura di Massimo Tigani Sava

 

a seguire

 

PEPERONCINO AMORE MIO

con Enzo Monaco e Florindo Rubbettino

 

a seguire

 

L’ILLUSTRISSIMO PIATTO CATANZARESE: U MORZEDDHU

a cura dell’Antica Congrega Tre Colli

 

 

Giovedì 22 Ottobre – ore 10,30

Biblioteca Comunale – Catanzaro

CINEMA A MERENDA

Ratatouille, film d’animazione per bambini

 

 

Giovedì 22 Ottobre – ore 18

Biblioteca Comunale – Catanzaro

CINEMA & CIBO

“AMORE, CUCINA & CURRY”

con Helen Mirren, regia di Lasse Hallstrom

 

 

Venerdì 23 Ottobre – ore 18

Camera di Commercio – Catanzaro

“IL BUSINESS DEL GUSTO:

ECONOMIA, SICUREZZA E SALUTE”

A cura di Rocco Reina, docente di Organizzazione Aziendale,

con Tiziana Montalcini, docente di Scienze Tecniche Dietetiche,

Università Magna Graecia, Catanzaro

 

a seguire

 

“MADE IN CALABRIA” D’AUTORE

FOCUS SULL’AGROALIMENTARE CALABRESE

Con:

Fortunato Amarelli, Liquirizia Amarelli

Nuccio Caffo, Amaro del Capo

Camillo Nola, Azienda Vinicola Ferrocinto e Calabrialatte

Daniele Rossi, Guglielmo Caffè

Coordina: Massimo Tigani Sava

Conclude: Paolo Abramo, Presidente Camera di Commercio di Catanzaro

Sabato 24 Ottobre – ore 10,30

Complesso San Giovanni – Catanzaro

FIABE A TEATRO

Animazione per bambini a cura del Teatro Incanto

Sabato 31 Ottobre – ore 19,30

Teatro Politeama – Catanzaro

BOLLICINE A TEATRO

a cura di AIS, Associazione Italiana Sommelier

Domenica 15 Novembre – ore 18,30

Auditorium Casalinuovo – Catanzaro

C’ERA UNA VOLTA.

LE FIABE CALABRESI DI LETTERIO DI FRANCIA

da un’idea di Antonietta Santacroce

a cura di Teatro Incanto

musiche di Paolo Sergio Marra

Produzione originale del Festival d’Autunno

blog comments powered by Disqus