Articolo

A Catanzaro torna il Festival d’Autunno

Il Festival d’autunno del teatro Politeama di Catanzaro, giunto  alla sua dodicesima edizione, è ormai diventato un appuntamento fisso per i cittadini catanzaresi. Una rassegna musicale e culturale cresciuta negli anni grazie all’attento lavoro della sua ideatrice e direttrice Antonietta Santacroce. Dodici anni significativi durante i quali si sono alternati, sul palco del Politeama, artisti come Dionne Warwick,  Noa, Vinicio Capossela, Lucio Dalla, Renzo Arbore, Irene Grandi, Diane Schuur, Stefano Bollani, Nina Zilli, Mario Biondi.

tania mariaIl cartellone di quest’anno si presenta, ancora una volta, ricco di imperdibili eventi che animeranno, dal prossimo 3 ottobre fino al 22 novembre, i fine-settimana del capoluogo calabrese.

In primo piano, senza dubbio, gli attesi concerti di due artisti di portata internazionale: la pianista e cantante brasiliana Tania Maria e la leggenda del jazz Herbie Hancock. In questi due eventi la musica jazz è protagonista indiscussa. Si passa, infatti, dalla contaminazione tra il ritmo swing e la samba e bassa nova di Tania Maria e della sua orchestra alla sperimentazione musicale messa appunto da Hancock. L’artista americano, vincitore di numerosi premi –tra cui un Oscar e diversi Grammy –ha scritto un capitolo importante della storia della musica jazz. Basti ricordare che fu uno dei membri del quintetto di Miles Davis. Hancock si è accostato, nella sua lunga carriera, a diversi generi musicali dal jazz al funk e all’ hip- hop fino alla musica elettronica con la straordinaria capacità di mescolarli e innovarli. Il concerto del poliedrico Hancock, alla sua prima volta in Calabria, è tra i più attesi della rassegna.

Herbie Hancock

Il filo conduttore del Festival d’autunno è la cultura latino-americana, così dopo il jazz di Hancock e la samba di Tania Maria si omaggia il mondo argentino nello spettacolo ‘Con el respiro del tango’. Qui il teatro si fonde alla musica tramite la voce recitante di Michele Placido e il piano dell’argentino Luis Bacalov che condurranno il loro pubblico in un viaggio immaginario tra le vie di Buenos Aires riscoprendo il legame tra la città e il tango, uno dei balli più seducenti di sempre.

michele placido luis bacalov

Il festival assume, dunque, tutti i tratti di una rassegna dal profilo internazionale che non dimentica, tuttavia, il profondo legame con la tradizione della terra in cui nasce. L’inaugurazione prevista per il prossimo 3 ottobre è, infatti, affidata a una cantante di casa nostra, la calabrese Loredana Bertè. La diva ribelle dalla voce graffiante torna con un nuovo tour per celebrare quarant’anni di carriera, riproponendo ai suoi affezionati fans alcuni ‘classici’ del suo repertorio da Non sono una signora, Sei bellissima, fino agli indimenticabili Dedicato e La luna bussò.

loredana bertè

Spazio, inoltre, alla danza e al folclore con ‘Venti del Sud’ uno spettacolo di tammurriata e taranta in cui giovani calabresi danzeranno sulle coreografie realizzate da Giovanni Calabrò.

venti del sud

Cresce, dunque, l’attesa per assistere ai tanti eventi in programma e la campagna abbonamenti, conclusa lo scorso 13 settembre, ha fatto già registrare una risposta positiva da parte del pubblico.

Tutte le informazioni relative alla rassegna sono disponibili sul sito http://www.festivaldautunno.com/

Il programma:

Venerdì 3 ottobre Loredana Bertè

Sabato 11 ottobre ‘Con el respiro del tango’di Michele Placido e Luis Bacalov

Sabato 18 ottobre Tania Maria Quartet

Venerdì 24 ottobre Venti del sud – Dalla tamurriata alla taranta – compagnia di balletto Giovanni Calabrò

Sabato 22 novembre Herbie Hancock

blog comments powered by Disqus