Narrativa

FUOCHI D’ESTATE

CONDIVIDI C’era un gran movimento sulla spiaggia quella sera. Le luci degli stabilimenti illuminavano il tratto di arenile  adiacente a questi, ma il resto era al buio. Le persone si aggiravano eccitate per l’evento, come anime in pena. Chi sedeva sulle sdraio umide, chi si stendeva direttamente sulla sabbia fredda, […]

ADORABILE MIRIAM

CONDIVIDI Miriam mia, inevitabile compagna di vita. Sono qui, nella mia temporanea dimora, con l’animo in preda ad uno sconvolgimento completo, a spiegarti, a raccontarti e a cercare di capire insieme a te. Quando l’altro giorno ti ho mollato all’improvviso davanti al supermercato per inseguire qualcosa di cui ancora non mi rendo ben […]

COMPRENSIONE

CONDIVIDI “Ciao papà.” “…” “Finalmente ce l’ho fatta a venirti a trovare, eh?” “…” “Devo dirti una cosa oggi. Per questo sono venuto soprattutto.” “…” “Ma no, no. Certo che sarei venuto lo stesso, dai! Lo sai quanti impegni ho ultimamente no?” “…” “Ok, ora lasciami dire. Ma forse sai […]

STIA FERMO PROFESSORE!!!

CONDIVIDI 46 anni mal portati, capelli radi e bianchi, barba lunga di 4 giorni, bianca anch’essa, pelle sottile e giallognola, sopracciglia folte ancora grigie, naso affilato sotto le orbite ossute e incavate, occhi celesti, slavati, con la congiuntiva arrossata, leggermente sporgenti, inespressivi, bocca larga ma con labbra sottili, mascella forte […]

L’UOMO DI LEGNO

CONDIVIDI di Danni Novaga «I can’t seem to face up to the facts I’m tense and nervous and I can’t relax I can’t sleep ‘cause my bed’s on fire Don’t touch me I’m a real live wire» Il nero opaco della notte squarciato da rumori regolari. Veloci. Lo sferragliare delle […]

UNA PARTITA PERSA

CONDIVIDI “Cavallo bianco in C6. Già e come faccio con l’alfiere, che sta lì in agguato? Infatti! Me lo mangia! Accidenti! Vediamo…. Se sposto il pedino di re in H4 sicuramente mi fa secca la torre…mmm…e se metto la donna in F3? No, no, così gli faccio troppo spazio!” Guardò […]

Lo zingaro – parte 2

CONDIVIDI   http://pauranka.it/narrativa-2/racconti-brevi/lo-zingaro-parte-1  (link della prima parte, ndr). Entrai e subito vidi che il fuoco ardeva dentro un braciere posto al centro dello spazio delimitato dalla tenda. C’era anche la sedia che sognavo sempre, quella con la pelle di animale (forse una pecora) stesa sopra. La vidi e mi sembrò giusto […]

Lo zingaro – parte 1

CONDIVIDI Il dottor Sebastiani varcò la soglia dell’ospedale a mezzogiorno in punto. Rimase meravigliato della modernità delle strutture e dell’efficienza che percepiva percorrendone i corridoi. Si lasciò pertanto piacevolmente aggredire dalla ben conosciuta puzza di disinfettante e urina che lo investì passando davanti a Geriatria. In fondo la sua più che trentennale […]

IL VENTO, IL VINO, LA NEVE

CONDIVIDI Di Danni Novaga   «Ma tu che stai, perché rimani? Un altro inverno tornerà domani Cadrà altra neve a consolare i campi Cadrà altra neve sui camposanti»   Non sta provando piacere. Si pugnala. La mano sinistra stringe il lavandino. Il polso destro si agita epilettico. Non c’è orgasmo. Solo il dolore della pelle […]

PUNTI DI VISTA

CONDIVIDI Da dietro la cima di una montagna un cumulonembo nero come la pece avanzò con maestosa regalità. “Fatti più in là!” ordinò senza complimenti alla nuvoletta bianca che gli galleggiava davanti. Ma per tutta risposta quella non sembrò sentirlo e rimase dov’era. “Ehi! Ti muovi? Spostati che devo passare!” […]

PEONIE PER TE (parte seconda)

CONDIVIDI Continuazione dalla prima parte: http://pauranka.it/narrativa-2/racconti-brevi/peonie-per-te (n.d.r.) […] Terzogenito di una famiglia inglese, nobile e ricca, nasce quando in Irlanda i tumulti sociali sono al culmine. Incline all’autoritarismo, da giovane si iscrive all’accademia militare, del resto influenzato dal padre in tal senso. Ma ha carattere indomito e non riesce sempre ad obbedire […]

PEONIE PER TE (parte prima)

CONDIVIDI Era una splendida giornata di sole e il cielo d’Irlanda era quanto mai blu. Il sole, ormai quasi al tramonto in quel pomeriggio di luglio, dipingeva trasversalmente di luce l’antico villaggio, mettendone in mostra i particolari nascosti. La giornata era stata abbastanza stancante, tra camminate e visite guidate, scalinate […]

Buon Anno a tutti!

CONDIVIDI A capo chino, stringendo a sé il piccolo mazzo di margherite gialle, con gli occhi lucidi e camminando lentamente,  Caterina arrivò davanti alla lapide del loculo. Rimase così per qualche secondo, immobile, raccolta nel suo dolore ancora troppo fresco e straziante, per poi lasciarsi andare in un pianto disperato. […]

UNA STRANA STORIA DI ALI E DI… AMORE

CONDIVIDI E Johnatan  arrivò. Ripiegando le grandi ali si posò sul piccolo davanzale, puntuale,  sempre alla stessa ora, come faceva ormai da settimane. Si posò davanti ai vetri  della finestra chiusa e il suo sguardo acuto penetrò quel sottile diaframma trasparente insieme ai primi raggi di sole. La vide ancora […]

UN FIORE RARO

CONDIVIDI Nel lontanissimo pianeta di Armònia una nave della serie XZ110, tra le più veloci, era pronta a decollare dall’astroporto. Avrebbe condotto l’equipaggio, composto da cinque armoniani, nello spazio, alla ricerca di qualcosa di prezioso, addirittura vitale. Il pianeta era piccolo ma ben amministrato da onesti e capaci rappresentanti del popolo, capeggiati […]

LA CORNICE

CONDIVIDI Camminava piano con passo stentato, trascinando i piedi uno dopo l’altro. La sua era l’andatura del vecchio ottantenne, con le ossa mangiate dal tempo e in preda ai dolori cronici dell’età. In realtà quella mattina non ne sentiva poi molti, ma era tanta l’abitudine che il suo incedere era […]

NEL PAESE DI MAGÀRI

CONDIVIDI Nel paese di Magàri tutti sono felici di vivere e non ci sono persone tristi. Le lacrime sono gocce di miele ed escono dagli occhi solo quando si ride a crepapelle, poi ognuno se le lecca con gusto. Nel paese di Magàri l’aria profuma di fiori e il sole […]

L’OCCHIO

CONDIVIDI Dormiva steso sul fianco destro, con il braccio infilato sotto al cuscino. Qualcosa lo obbligò a sollevare per metà la palpebra sinistra. Inquadrò la sveglia, ma senza gli occhiali vedeva tutto annebbiato. Richiuse la palpebra. Sapeva che era ora di alzarsi, lo sapeva anche senza guardare la sveglia. Anzi, […]

Quando Fonzie era dislessico…

CONDIVIDI Ci capita spesso di accostare un volto ad un personaggio. È quello che è avvenuto qualche giorno fa con Henry Winkler che per tutti è il sempre mitico e unico Fonzie di Happy Days. Lo ricordiamo con i suoi capelli impomatati, i pollici alti, il chiodo e un gran sorriso […]