Narrativa

NEBBIA

CONDIVIDI Nell’attesa la nebbia si era fatta più fitta, non si vedeva niente in quel buio. La sua mente era sprofondata in una notte nera e silenziosa e lui avvertiva una debolezza nell’animo, mista a rassegnazione, a cui avrebbe voluto ribellarsi, ma sentiva di non avere più la forza per […]

TAVOLO PER DUE

CONDIVIDI La prima volta non me ne accorsi neppure. Ero lì seduto al tavolino del bar del lungomare tutto intento a discutere con Laura, che non vedevo niente di quel che mi circondava. L’orchestrina suonava un blues di altri tempi, molto piacevole, ma per me c’era solo Laura, che con […]

Le cattive ragazze

CONDIVIDI Di Danni Novaga «Mettiti il guanto e fammi vedere l’atto estremo che puoi praticare, quel limite insondabile che vuoi varcare l’hai già passato ed io sono stato…» Io ogni lunedì e venerdì torno a casa da lavoro e mi cambio in fretta e mi metto il costume e prendo […]

ESPOSITO

CONDIVIDI “Buongiorno signora! Come va?… Davvero? E quando è successo?…Oddio chissà che spavento deve aver preso!.. A proposito di spavento: devo raccontarle quel che mi è successo l’altro ieri. Eh sì, sì: sentirà! Dunque ecco…ho incontrato al portone la signora Casali, la mia vicina di casa. Quel giorno si sentiva […]

DOLCE IRINA

CONDIVIDI Il  capitano era stanco. Da troppo tempo ormai vagabondava tra le galassie alla ricerca della dimensione Lamda II°. Con la sua nave aveva esplorato un territorio dalla vastità inimmaginabile, incontrando tempeste magnetiche, piogge di meteoriti e spesso  si era trovato in seria difficoltà, mettendo a rischio la sua missione […]

DAL POZZO

CONDIVIDI Scintillante e luminosa come una cometa, uscì dal pozzo, da quel fondo oscuro, con le sembianze di una fata alata, rubandomi soltanto ciò che avevo d’impuro… Ero sorpreso ma non spaventato. La vidi librarsi sull’arco del pozzo leggera e fresca come la primavera e sentii che, con amore, mi […]

UN SOGNO COLOR AMBRA

CONDIVIDI   Cavalli bianchi che galoppano sulla riva di un mare blu cobalto. Un mare mosso, con i cavalloni che fanno a gara fra loro. Cavalli e cavalloni, sotto un cielo terso e puro, e all’orizzonte un sole color ambra, sì, color ambra, come il liquido nel bicchiere di Pietro. […]

E ADESSO…IO?

CONDIVIDI   “Ma sì, sì, va bene, ora metto in moto. Però prima lasciami almeno tentare di farti capire…” “…” “ Lo so che è tardi e che devi andare a lavorare, anch’io sai? Ma dovevo aspettare per non interromperti, no? Ora permettimi di dire la mia. Vedi, non te […]

LE TRE PORTE

CONDIVIDI   Camminava lentamente sul bagnasciuga. Il mare si era calmato, non più sospinto dal maestrale e il sole scivolava pian piano dietro l’orizzonte. Qualcosa attirò la sua attenzione. Un sasso? Sì, no… una conchiglia. “ Com’è strana!” pensò mentre la prendeva in mano. Sentì qualcosa dentro e alzando gli […]

Il GECO

CONDIVIDI   Il puzzo del filtro bruciato e un sottile filo di fumo gli fecero capire che aveva spento male la cicca. Si piegò in avanti per guardare nel posacenere ma non ci fu bisogno di schiacciare meglio il mozzicone: una grossa goccia di sudore gli rotolò giù dalla fronte […]

HALLOWEN

CONDIVIDI   (Grammelot) Nel cielo notturno sfizzavano acunti  lampasci di sgherbi e la nesse soporava le tombe. Scuioso e desomoiato sertava il cimitero, allergendo  e imploiando nel tempo sinfatto. Un sombo gompante vomosse la liege e tutto zuttò tra  lompi cipressi. Di scanto obliquò un richiamo, immorba nell’aere si udì […]

IL BAMBINO PERDUTO

CONDIVIDI Stava lì a non più di un metro che mi guardava fisso negli occhi, mentre mi puntava contro la pistola. L’indice della mano destra era già sul grilletto e l’arma era pronta a far fuoco. Era calmo, freddo e sicuro di sé, o almeno così sembrava. L’unico piccolo indizio […]

LA LUNGA ESTATE CALDA

CONDIVIDI   Caricò la beretta stando bene attento a non togliere la sicura. La infilò nei pantaloni, di dietro, e senza perdere tempo uscì di casa. “Il premier Bruscoloni ha presieduto oggi il consiglio dei ministri, riunitosi per deliberare sui tagli delle tasse più volte messi all’ordine del giorno…” “Sì…come […]

INCENSO

CONDIVIDI   L’odore d’incenso era particolarmente pungente. Le persone si assiepavano sui banchi di legno scuro e le note di un organo, profonde e maestose, risuonavano nelle ampie navate. Dietro l’altare ben sei sacerdoti si adoperavano per dire messa e sembravano usciti da una pubblicità di Benetton: uno era nero, […]

IL RITORNO

CONDIVIDI   Giorni, settimane, mesi. Anni sono passati. Non c’era un fioraio in quell’angolo? Al posto del negozio di scarpe ora c’è un emporio gestito da cinesi. Il mercato però è sempre quello: rumori, colori, voci; si percepisce umanità. Ma i banconi non sono più tutti di legno. Quelli del […]

PER I TUOI OCCHI – Parte 2

CONDIVIDI   http://pauranka.it/narrativa-2/racconti-brevi/per-i-tuoi-occhi-parte-1 (link della prima parte, ndr)   “Come sta signora?” Chiese l’impiegata alla donna che lo precedeva. Evidentemente si conoscevano. “Mah…così, così” rispose l’altra. “Suo marito si è rimesso?” “Ѐ uscito proprio ieri dall’ospedale e… sta meglio, grazie.” “Sono contenta, gli faccia i miei migliori auguri,” riprese l’impiegata, “certo che […]

PER I TUOI OCCHI – Parte 1

CONDIVIDI     Quando varcò la soglia della banca pensò che le gambe non lo avrebbero retto. Non ce l’avrebbe mai fatta. La porta scorrevole del gabbiotto controlla-persone si ritirò lasciandolo entrare nell’androne, dove, fatti alcuni passi incerti, si fermò. Sentì dietro di lui la voce acuta di una ragazzina […]

Racconto romano

CONDIVIDI di Danni Novaga Instupidito, seguiva i movimenti di quelle labbra. Adesso ascoltava vagamente le parole. Gli erano bastate le prime. L’aveva invitato a pranzo. A casa sua. Da soli. Per il resto continuava dicendo che aveva bisogno di lui. Un ripasso, l’ultimo esame del semestre, eccetera eccetera. Quella ragazza. […]