Narrativa

Le api di Paulette

CONDIVIDI Le api di Paulette – seconda parte (continua da http://pauranka.it/narrativa-2/le-api-di-paulette/)   Poco più tardi Jacob, in preda alla disperazione, corse verso gli alveari con in mano un fusto di cherosene ed in pochi minuti incendiò il lavoro di anni, distruggendo così anche la maggior fonte di reddito di cui disponeva. Pioveva […]

Le api di Paulette

CONDIVIDI Le api di Paulette – prima parte   C’era una volta una giovane donna di nome Paulette che viveva con il suo uomo Jacob e i suoi tre figli, Jasmin, Odette e Philip, in una modesta ma allegra casetta di montagna, circondata da boschi di betulle e vecchi castagni, […]

La buona terra

CONDIVIDI La buona terra – (seconda parte). Continua da http://pauranka.it/narrativa-2/la-buona-terra/ Nei giorni seguenti il povero Ambrogio ebbe il suo da fare per contattare le persone nominate dal dottore, perché queste erano sempre fuori paese e i collegamenti con il resto del mondo rimanevano difficili a causa dell’eccezionale nevicata. Per fortuna che […]

La buona terra

CONDIVIDI La buona terra -(prima parte) «Ma tu lo sai quante cose ci sono in un metro quadrato di terra?» «No. Perché tu lo sai nonno?» «Cento lombrichi, cinquanta ragni, cento coleotteri, trecento millepiedi, centomila acari, dodici milioni di funghi e in più un sacco di alghe varie». «Accidenti!»  – […]

Il Professor Mattei

CONDIVIDI La ruota si staccò e rotolò giù nella scarpata. Rimbalzò per almeno ottanta metri, poi si fermò contro il tronco di un pino secco. La vecchia Ford, senza la gomma, sporgeva con il parafango anteriore destro in bilico nel vuoto di uno sterrato. Da sotto sembrava una grande bocca […]

Giallo come la luna

CONDIVIDI Un raggio di luce penetrò attraverso le stecche della serranda chiusa male e le arrivò dritto nell’occhio destro. La prima cosa che Daniela realizzò fu un atroce mal di testa, la seconda che c’era silenzio. Con gli occhi socchiusi ricordò che era domenica. Mosse leggermente il capo e un […]

You better watch out: “AAA cercasi Babbo Natale disperatamente” is coming to town!

CONDIVIDI   Ventuno differenti autori per ventuno graziosissime storie natalizie. Ventuno differenti penne per ventuno singolari e originalissimi stili, che caratterizzano e impreziosiscono ogni racconto, stagliandolo – ma al contempo armonizzandolo – nel corpus complessivo del volume. Ventuno mondi narrativi per un unico progetto, quello a cui l’editore Fabio Croce […]

Nessuno sono io

CONDIVIDI di Danni Novaga Sono Fons, lo scrittore che piace. L’altro giorno ho scritto un articolo e particolarmente soddisfatto ho deciso di fare un giro in centro. Io in realtà in centro ci vivo visto che ho comprato un bell’appartamento proprio sulla Meir. Così ho mangiato uno stokbrood di farina […]

Mio carissimo Paolo

CONDIVIDI   Mio carissimo Paolo, So che ti sembrerà strano ma improvvisamente mi è venuta voglia di scriverti, di raccontarti qualcosa di me e, magari, di riuscire ad avere tue notizie. Ad essere sincero è un po’ che mi capita di pensarti. Forse perché vorrei condividere ciò che provo con […]

Ciao Papà

CONDIVIDI Avevi la mano grande. La mia vi spariva dentro quando me la prendevi per attraversare la strada. Ricordo che le tue dita finivano per arrivarmi a metà avambraccio e mi dava fastidio. Cercavo di tirarne fuori almeno una parte ma tu subito mi riafferravi deciso. Quando ti trotterellavo accanto […]

LA POLVERE MAGICA

CONDIVIDI   Sigismondo era arrabbiato. Ancora una volta l’avevano preso in giro. Per una sciocchezza, una piccola distrazione, lo avevano deriso a lungo e lo avevano fatto sentire un incapace, il folletto più inutile della comunità. “Accidenti a tutti voi!” – bofonchiava tra sé mentre saliva le scale di casa […]

Cane mangia cane

CONDIVIDI di Danni Novaga Quando ero felice prendevo la bici e andavo da Berchem a Groenplaats. Tutta la ciclabile di Mercatorstraat, poi Simonsstraat e la leggera salita di Pelikaanstraat. Stazione centrale, De Keyserlei e la Meir. Sulla Meir dopo le sei di pomeriggio non c’è quasi più nessuno. Di notte […]

VIGILIA DI FERRAGOSTO

CONDIVIDI   «Non le farò perdere troppo tempo signor commissario, vedrà. Alla mia età di tempo ne rimane poco, così…». Il poliziotto sospirò, trattenendo a stento un moto di stizza: il suo collega si era defilato in tempo e aveva lasciato a lui la grana. Erano le dodici e mezza […]

Bagno di notte

CONDIVIDI Gli piaceva da matti guardare il cielo di notte. Era diventato quasi un rito cercare e trovare la stella polare, che era l’ultima della coda dell’orsa minore, cercare Venere, difficilmente distinguibile dopo il tramonto e la costellazione del cigno che spesso si confondeva, specialmente se c’era uno spicchio di […]

In una mattina d’estate

CONDIVIDI   Alle otto e ventiquattro accostò al marciapiede, parcheggiando davanti alla trattoria “Il Bersagliere” chiusa per ferie. Era in anticipo di sei minuti all’appuntamento. Spense il motore e abbassò il finestrino. L’aria era già calda e tutto lasciava presagire un’altra giornata di afa per quel trentuno di luglio. Abbassò […]

La figlia di Antonio

CONDIVIDI di Tommaso Mineo “Domani ti mando una delle figlie di Antonio, quella più piccola, Maria, che lavora come un mulo. Vedrai la casa te la farà diventare uno specchio. Manda via tua madre che non pulisce mai! Sta sempre in cucina a pasticciare con la bambina. Ieri hanno fatto […]

Nella Stiva

CONDIVIDI   Dedicato ai 422 senegalesi trovati stipati nella stiva di un mercantile, tra rifiuti, escrementi e topi. Una ventina i morti, tra cui una donna, morta da tre giorni, con in braccio le due figlie che cercavano il latte dal suo seno asciutto. Una bambina aveva due anni, l’altra […]

La voce del dolore

CONDIVIDI di Tommaso Mineo La cena era pronta: minestrone e spezzatino con le patate, cose calde, invernali. Aveva piovuto tutto il giorno, solo verso sera aveva smesso “Meno male almeno non torna a casa bagnata”. Ogni tanto guardava l’orologio, quasi le nove. Tardava, chissà forse il traffico, la pioggia. Ma […]