Rosaria Perrella

Appassionata di ogni forma d’arte, lettrice per diletto, archeologa per professione. Viaggiatrice e giramondo per natura vive tra Roma e Berlino senza dimenticare le sua città d’origine, Napoli.

Roma. L’età dell’equilibrio

CONDIVIDI Fino al 5 maggio 2013 saranno esposti nella incantevole cornice dei Musei Capitolini reperti di fama internazionale assegnabili ad un aureo periodo dell’Impero Romano, “un’età dell’Equilibrio”. È esattamente “l’Età dell’Equilibrio” il titolo del terzo appuntamento del ciclo ormai consolidato di mostre presso i Musei Capitolini dei “Giorni di Roma”. Perché Età dell’Equilibrio? L’intento della […]

“I luoghi dell’anima”: Punta della Campanella

CONDIVIDI Questo è decisamente uno di quei luoghi da visitare lasciandosi cullare da un “Larghetto” di Chopin, in una domenica di primavera, lontani dal traffico della città e dai rumori della vita (www.youtube.com/watch?v=O3txpH8OjXM). Punta della Campanella, ultimo promontorio roccioso della penisola sorrentina di fronte a Capri, divide le due costiere, la sorrentina e l’amalfitana ed è classificata come […]

“I luoghi dell’anima”: Castel Sant’Elmo — Napoli

CONDIVIDI “Tutto induce a pensare che una terra feconda e felice come questa, dove ogni elementare bisogno si trova soddisfatto con poco, produca gente capace di aspettare flemmaticamente dall’indomani ciò che le ha portato l’oggi, e di vivere quindi, senza pensieri, nella completa dolcezza della pigrizia.Man mano comincio a trovarmi […]

Berlino: impressioni di un’italiana all’estero

CONDIVIDI Smitchi, profumo di Simit, pane caldo al sesamo, tè alla menta e SezenAksu che melanconicamente intona “Gidiyorum”, “Me ne vado”. Seduta ad un tavolo di acero scuro ho quasi la sensazione di trovarmi in un cafè turco nei sobborghi di Istanbul, ma girando l’angolo appare l’insegna del Kaiser, un […]

“I luoghi dell’anima” – Centrale Montemartini

CONDIVIDI Ci troviamo davanti ad un cancello pressoché anonimo sulla via Ostiense a Roma, poco oltre la Piramide Cestia e Porta San Paolo, in un paesaggio urbano sconosciuto alla maggior parte dei romani e caratterizzato dalla maestosità dei Gazometri e dalla più alta concentrazione di manufatti di archeologia industriale. Al […]