Alessio Belli

Scrittore, poeta, giornalista, conduttore radiofonico e fotografo. Ma soprattutto scandagliatore di fondali culturali. Nasce e cresce nel Quadraro con Leopardi, Roberto Bolaño, Chuck Palahniuk. Tra un film di Fulci e un campari gin, si laurea in “Studi Italiani” presso La Sapienza con una tesi su Eugenio Montale. Tra qualche anno, certamente, vincerà il Premio Nobel.

1993: l’amaro cocktail degli anni ’90 italiani

CONDIVIDI Dopo il successo di 1992, su Atlantic è partito il seguito della fortunata serie tv: 1993. Un’altra annata che ha ancora molto da dire L’immagine con cui si chiudeva 1992 era molto chiara e lasciava capire a cosa saremmo andati in contro: l’avvento del Cavaliere sulla scena politica italiana […]

L’arrivo del Re: Basquiat al Chiostro del Bramante

CONDIVIDI Dopo il successo dell’esposizione milanese, anche il pubblico capitolino può ammirare fino al 2 luglio i capolavori del grande artista americano Un Re: ciò che voleva diventare e quello che alla fine è stato. Un Re dell’arte contemporanea, Jean-Michael Basquiat. Due aspetti si possono subito scorgere sin dalle prime […]

Banksy a Roma: GUERRA, CAPITALISMO & LIBERTA’

CONDIVIDI 24 Maggio – 4 Settembre 2016 , Palazzo Cipolla, Roma Roma, 29 maggio, una bellissima domenica di sole. Via del Corso, ore 16:30: il solito copioso passaggio di turisti, residenti e quant’altro. Più una piacevole sorpresa: una lunga fila per entrare a Palazzo Cipolla. Che sia anche questa opera […]

Renzo Arbore: cinquant’anni di Alto Gradimento

CONDIVIDI Il MACRO di Roma omaggia con un mostra la straordinaria carriera di Renzo Arbore: un viaggio fatto di musica, radio, tv, cinema, arte e “cianfrusaglie” I nostri articoli sulle mostre più interessanti della Capitale continuano e per l’occasione cambiamo completamente registro. La settimana scorsa eravamo persi nella meraviglia dell’atelier […]

Il grande ritorno di Balthus a Villa Medici

CONDIVIDI Nella splendida location dell’Accademia di Francia un viaggio tra le opere e i processi creativi del grande pittore Periodo di grandi mostre nella Capitale, a partire dall’atelier allestito in Villa Medici per uno dei massimi esponenti dell’arte contemporanea: Balthasar Kłossowski de Rola, conosciuto da tutti con lo pseudonimo di Balthus. […]

2015: nel pieno dell’Età Aurea. Un anno di serie tv

CONDIVIDI Serie tv: tutto il meglio del 2015. Dalla poesia de Les Revenants alla coinvolgente riflessione sul potere de The Games of Thrones, passando per polizieschi esistenziali, satira spietata, horror brutali, fantasy/hi-tech e storie di supereroi   Anno 2015: assimilata la superiorità delle serie tv come cosa buona e giusta, […]

Metti una sera ad Halloween III

CONDIVIDI Anche quest’anno torna lo speciale cinematografico targato Pauranka dedicato alla notte più spaventosa dell’anno: “Metti una sera ad Halloween”. La paura è servita su pellicola! Non date la colpa a me. Se volete passare il fine settimana a casa, con la porta chiusa a chiave, tra le coperte, al […]

Metti una sera ad Halloween II

CONDIVIDI Caro lettore, tutto bene? Ti sei ripreso dell’ultimo Halloween e dalle annesse visioni? Bene, poiché visti i riscontri e le richieste, qui siamo pronti a forniti altro materiale di primissima e scelta e dall’effetto assicurato. Anzi meglio, dallo spavento assicurato. Spazieremo tra i labili confini del genere e sfoceremo […]

“Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson

CONDIVIDI   «Vorrei vivere in un film di Wes Anderson…» Inizia così una canzone della band indie romana I Cani, battezzata per l’appunto Wes Anderson. Il brano accenna ed esalta molti aspetti tipici dello stile del regista: le inquadrature simmetriche, l’assenza di antagonisti e i finali agrodolci. Tali aspetti il […]

Only lovers left alive di Jim Jarmush

CONDIVIDI Vedetela come una storia d’amore. Adam e Eve si amano da secoli. Secoli. Passano gran parte del tempo lontani, ma l’amore li unisce, li fascia in quelle rare notti in cui stanno abbracciati nelle posizioni più assurde. Le poche volte che escono, solo ed esclusivamente al calare del sole, […]

“12 Anni Schiavo”, di Steve McQueen

CONDIVIDI Il cinema di McQueen è pura essenza del corpo umano. La carne e il sangue sono il mezzo e il fine in cui muovere le proprie riflessioni e le proprie vicende. In Hunger – l’ormai epico esordio del 2008 – il fisico di Fassbender scompariva lentamente, in momenti di altissima […]