Articolo

Barbie & Ken

Il 30 aprile 1992 a Burlington, Canada viene ritrovato il corpo di Kristen French in un fosso.

Sono ormai due settimane che i genitori sperano che la polizia ritrovi la loro quindicenne scomparsa.

Il 16 Aprile è un pomeriggio come un altro, Kristen è una studentessa della Holy Cross Secondary School e sta tornando a casa da scuola quando una macchina accosta vicino a lei. Una donna scende, si è persa e con una mappa in mano le chiede indicazioni. Kristen si approccia ad aiutarla quando viene immediatamente attaccata e forzata ad entrare in macchina.

Chi guida è Paul Bernardo, marito di Karla Homolka che ha già stuprato più di dieci donne e ossessionato dalla verginità ha stuprato e ucciso con l’aiuto della moglie la sorellina 15enne di Karla due anni prima.

Paul e Karla tengono in ostaggio Kristen per tre giorni durante i quali viene torturata e stuprata ripetutamente mentre filmano l’accaduto. Una volta uccisa i due si recano alla cena di Pasqua a casa dei genitori di Karla.

L’omicidio e le sevizie di cui Kristen è stata vittima sconvolgono tutta la regione dell’Ontario. Molti servizi e documentari vengono realizzati per rendere consapevoli le persone ancora una volta di cosa siano capaci certi esseri umani. Uno degli aspetti che colpisce di più l’opinione pubblica di quegli anni è il fatto che Karla e Paul sono entrambi di bell’aspetto. Vengono soprannominati “Ken & Barbie killers” perché sono due giovani biondi, con gli occhi chiari e con un fisico scultoreo. Come è possibile che due persone così attraenti siano state capaci di tali atrocità? A mente fredda sembra banale porsi una domanda del genere. È ovvio che il fatto di essere belli non rende buoni, eppure i giornalisti, gli avvocati e i poliziotti che seguono il caso ricordano proprio questa incredulità da parte degli abitanti canadesi. Il concetto greco del “kalos kai agatos” (“bello e buono”) secondo cui tendiamo a pensare inconsciamente che chi e’ di piacevole aspetto sia anche buono e affidabile, è tremendamente attuale.

Oggi Paul Bernardo è in carcere nel Kingston Penitentiary. Karla invece è libera grazie a un accordo con la polizia canadese. Ha collaborato alle indagini e ora vive a Montreal, ha cambiato nome e ha recentemente dato alla luce un bambino.

Kristen amava il pattinaggio sul ghiaccio e faceva parte della squadra della sua scuola. Oggi avrebbe 37 anni. Questo articolo intende ricordare la sua storia e renderla nota a chi ancora non la conosce.

blog comments powered by Disqus