Articolo

Insieme a te non ci sto più

Alla fine è avvenuto a Pontida. Il raduno annuale dei sostenitori della Lega Nord 2011 ha segnato la fine del sodalizio tra Berlusconi e Bossi. Poteva chiudersi con un sottofondo più dignitoso come “Since I’ve been loving you” oppure “Hells Bells” e invece al premier è toccato essere scaricato dall’alleato di sempre sulle note del tema musicale di “Avatar”. È una domenica di giugno e Matteo Salvini, scandisce una teoria di battaglie in cui i Padani si sarebbero distinti nel corso dei secoli per il loro coraggio. L’erede cisalpino di Carlo Zampa incita la folla tutta vestita di verde al grido di “Cavalieri Temprali!” e annuncia l’arrivo di Umberto Bossi, signore della Scure.
Questo compare sotto lo sguardo commosso degli astanti che hanno percorso chilometri per vederlo. Da sotto il palco si levano cori da stadio: “Secessione!”, “Silvio hai rotto i c…” e “Pisapia è una malattia che non va più via!”. Come quelle portate dal batterio Escherichia coli su cui Bossi ammonisce: “Mangiate padano. Non prendete gli escherichia coli degli altri”. Difendiamo il made in Italy!
A Roma intanto il sindaco Alemanno raccoglie le firme contro la proposta leghista di spostare i Ministeri al Nord insieme alla presidente della Regione Lazio Polverini. Pare che i due non abbiano più intenzione di accendere sigari a Umberto. È finita insomma l’era delle code alla vaccinara in Piazza Montecitorio.
Circondato da soldati in armatura medioevale, direttamente dal 1176 Bossi dichiara “La leadership di Berlusconi potrebbe essere in discussione dalle prossime elezioni”. Potrebbe, perché il leader del movimento per l’autonomia padana, non ha il coraggio di rinunciare ai voti del PdL seppure in calo. Poi però aggiunge grave “Non ci prendiamo la responsabilità di mandare in malora il Paese”. Forse dopo tre anni certe azioni ripetitive vengono a noia. Non mancano poi i riferimenti eleganti: “Bersani dice che abbiamo la spada moscia? Lo sperano i nostri nemici, così non se lo prendono in quel posto”. È così, parlando di spade mosce e di escherichia coli, in mezzo a uomini con la barba pitturata di verde che finisce tra Bossi e Berlusconi. Quest’ultimo a riguardo afferma “Si è verificato quello che Bossi mi aveva annunciato. Non esistono alternative alla nostra alleanza”. Come non detto.


blog comments powered by Disqus